Monica Cattaneo, tra sport e sociale

Abilità diverse

Sai come si raggiungere un traguardo? Senza fretta, ma senza sosta.

Da sempre il raggiungimento degli obiettivi è stato il motore dei suoi successi. Lo sport ed i valori che insegna sono presenza costante nella vita di Monica Cattaneo; vediamo più nel dettaglio di chi stiamo parlando.

Monica, nata a Roma nel 1968, ha sempre diviso le sue forze su due fronti: lo sport e il sociale. Infatti, nel corso della sua vita è stata: sportiva, opinionista radiofonica e televisiva, scrittrice e gosth writer. L’ inclinazione verso il sociale, da parte di Monica, ha spinto Anna Silvia Angelini a nominarla presidente onorario dell’A.I.D.E. (Associazione Indipendente Donne Europee) associazione impegnata nella lotta contro la violenza di genere. Oltre questo Monica ha anche intrapreso lotte per la tutela degli animali.

In particolare, per quanto riguarda lo sport, ha praticato: tennis, calcio e calcetto femminile, pallavolo. Nell’ultimo periodo però è passata alla corsa e grazie all’Associazione Roma Road Runners club ha partecipato a numerose maratone, appassionandosi a tal punto al Triathlon da non rinunciare mai a nessuna gara.

Quando si parla di Monica Cattaneo si parla anche di neurofibromatosi bilaterale di tipo due, una rara e grave patologia neurologica degenerativa. La sua condizione, cha da sempre abbracciato con dignità e coraggio, è oggetto di diversi studi sia in Italia che in America per l’eccezionalità della sua sintomatologia.

Monica ha davvero il Triathlon nel sangue ed è considerata una sorta di leggenda in questa specialità perché, ad ogni gara a cui è presente, va a conquistare un posto del podio, solitamente il più alto.

Dopo un terzo posto nel Triathlon sprint del porto di Ostia a maggio, sono arrivati due primi posti, rispettivamente nel Triathlon di Bracciano a luglio e quello della Tuscia del 5 settembre scorso. All’ultima gara, divisa in nuoto-bici e corsa, fa da cornice l’incantevole lago di Bolsena e la rigogliosa vegetazione circostante. Prossimi impegni per Monica, in questa disciplina sportiva, verranno disputati a: Ostia, Olimpico e Sabaudia. Impegni duri, ma lei, punta sempre a divertirsi e, perché no, provare a raggiungere quel podio tanto desiderato.

Il profondo amore per la sua terra fa crescere in Monica la passione per il sociale e per la tutela dei più deboli. Crede che Roma sia la città più bella del mondo, perché è un museo a cielo aperto che ha in sé una cultura millenaria.

Grazie Monica per il tuo impegno!

 

 

Tags :
Share This :

2 risposte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *