Leggi anche

Malato allettato

Malato allettato, i costi di un letto adatto

Supponendo di essere costretti a comprare o a cambiare un letto ortopedico e di voler limitare la nostra spesa, e quindi di doverci orientare forzatamente verso un letto ortopedico non motorizzato, possiamo dirvi che in rete si trovano prodotti anche a partire da 349 euro (per un letto a una manovella), che sicuramente  una spesa che si può affrontare, la cifra ovviamente sale se scegliamo un letto a due manovelle con prezzi entry level che partono da 389 euro.

Malato allettato, le caratteristiche di un buon letto

Vediamo quali sono le caratteristiche essenziali che si possono trovare in un tale prodotto. Il letto a una manovella è dotato per solito di uno snodo e di due sezioni. Quella della testa/schiena è regolabile per mezzo di una manovella pieghevole, usualmente collocata ai piedi del letto. Ordinariamente è anche dotato di sponde e di materasso anti-decubito a bolle d’aria.

Se proprio volete rischiare, vi possiamo dire che di letti a manovella ne potete trovare anche su eBay a solo 249 euro, ma ovviamente, come si diceva, in tal caso l’acquisto è a vostro rischio e pericolo.

Naturalmente se preferite un letto motorizzato, che permetta al vostro paziente di provvedere da sé a regolare l’altezza di schiena e gambe, allora i prezzi non potranno che salire, anche in dipendenza dal fatto che il letto ortopedico sia azionato da uno o due motori. In questi casi, la spesa può partire dai 700 euro.

Prima di acquistare un letto

Sappiate in ogni caso che prima di avventurarvi nella scelta di un ausilio così importante e delicato, potete chiedere lumi alla vostra Asur. Loro sapranno indirizzarvi e consigliarvi al meglio.

Tra l’altro va anche ricordato che per complementi e ausili di questo genere sono anche previste delle facilitazioni fiscali, come per esempio l’imposta sul valore aggiunto limitata alla aliquota minima del 4 per cento ovvero la detrazione Irpef del 19 per cento.

Claudio Palmulli

Claudio Palmulli

Mi chiamo Claudio Palmulli, ho 28 anni e da quando sono nato non ho la possibilità di camminare. Anche se sono “diversamente abile” non mi sento diverso da nessuno e ho una gran voglia di combattere affinché le barriere architettoniche, che rendono me e gli altri prigionieri, cadano.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *