Leggi anche

Carrozzine disabili

Carrozzine disabili, quanti tipi ne esistono?

Quando si pensa ad una carrozzina disabili si pensa ad mezzi più o meno standard credendo di sapere più o meno come è fatta. Ma come in tutte le cose, se vai a vedere più da vicino scopri che la faccenda è un pochino più complessa, perché di carrozzine ne esistono molti tipi, disegnati in base alle più diverse e svariate esigenze delle persone con disabilità e soprattutto anche i diversi costi carrozzina disabili a seconda del modello.

Quante carrozzine disabili esistono?

Vediamo qui di seguito i principali tipi che si possono trovare oggi sul mercato.

Le carrozzine leggere. Uno pensa “carrozzina” e l’immagine mentale è proprio quella delle carrozzine leggere. Come è facile desumere dal nome, la loro caratteristica precipua è per l’appunto la… leggerezza.

Queste carrozzine pesano infatti tra gli otto e i dieci chili, cioè un’inezia. Ciò ovviamente ne rende facile il trasporto e concede anche una maggiore indipendenza alla persona disabile, perché in questo la caso la carrozzina si lascia davvero manovrare con facilità.

Le carrozzine superleggere

Qui siamo di fronte a una generazione successiva. Nell’ambito di questa categoria il peso a volte scende addirittura sotto agli otto chili. Rientrano tra le superleggere le pieghevoli, che hanno l’indubbio vantaggio di prendere pochissimo spazio quando non si usano.

Le superleggere sono naturalmente la scelta giusta quando si tratta del trasporto in macchina, dato che una volta che la persona è stata aiutata a sedersi nell’abitacolo la sedia a rotelle la si può riporre comodamente nel baule.

Le elettriche

Queste carrozzine sono ovviamente la prima scelta nel caso la persona invalida non abbia la possibilità di spingere la sedia con le braccia, o perché troppo debole e anziana o perché per un motivo o per l’altro ha perduto l’uso degli arti superiori.

Nei casi in cui il disabile abbia perduto l’uso delle braccia in modo completo, ci sono dei modelli che possono essere “pilotati” con dei comandi posti al livello del mento.

Si diceva dei molti modelli disponibili: basti dire che oggi ce ne sono anche da spiaggia. Perché i disabili dovrebbero rinunciare al mare?

E non per ultimo

Ci sono carrozzine disabili anche fatte su misura con materiali tecnologici ad esempio, come quelle sportive che si utilizzano per diversi tipi di sport. Avete mai visto quelle che si utilizzano in alcuni sport paralimpici che hanno le ruote molto inclinate? Bene quelle ad esempio servono per evitare che il mezzo si ribalti diventando di fatto molto pericoloso.

Quindi come avete potuto notare ce ne sono di molti tipi e soprattutto molto costose in alcuni casi, ecco perché è importante che un diversamente abile abbia tutte le agevolazioni possibili per l’acquisto di una carrozzina a lui più congeniale, ne va della mobilità di tutti i giorni.

Claudio Palmulli

Claudio Palmulli

Mi chiamo Claudio Palmulli, ho 28 anni e da quando sono nato non ho la possibilità di camminare. Anche se sono “diversamente abile” non mi sento diverso da nessuno e ho una gran voglia di combattere affinché le barriere architettoniche, che rendono me e gli altri prigionieri, cadano.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *