Carrozzina elettrica, ogni quanto si deve cambiare la batteria?

Carrozzine disabili

Cosa si deve sapere sulla cura e sulla ricarica delle carrozzine elettriche? Come e quando effettivamente va cambiata la batteria? A tal proposito è interessante sapere che andrebbero sostituite ogni due anni mediante l’Asl di competenza. Il riferimento da seguire è il Decreto del Ministero della Sanità del 27 agosto 1999, numero 332.

Batteria carrozzina elettrica, cosa sapere

I regolamenti delle norme per le prestazioni di assistenza spiegano che gli ausili per la mobilità e la posizione seduta vanno ovviamente controllati e opportunamente ricaricati. All’interno del Decreto, inoltre, sono presenti le tariffe (oltre che eventuali costi aggiuntivi, che possono includere le riparazioni o sostituzioni di determinati componenti).
Tuttavia, la sostituzione della batteria della carrozzina elettrica è a carico dell’Asl che si è occupata del prodotto. Quando invece è a carico del fornitore? Unicamente nel caso in cui il dispositivo non sia più coperto dalla garanzia. Sottolineiamo infine che la sostituzione della batteria rimane a carico dell’Asl anche nel momento in cui è stata erogata mediante il regime di riconducibilità.

Come ricaricare la carrozzina elettrica in piena sicurezza?

Allo stesso tempo crediamo che sia importante approfondire un altro argomento: la ricarica e la cura delle carrozzine elettriche, che vanno svolte nel migliore dei modi. A tal riguardo la ricarica avviene mediante la presa a muro standard: l’alimentazione della centralina però deve essere spenta prima di collegare il cavo.
In genere si consiglia inoltre di caricare le batterie per almeno 8 ore, se non 14. Si sconsiglia di caricare a più intervalli la batteria: è molto meglio evitare di stressarla, perché potrebbe poi dare problemi sul lungo termine. Per prendersene cura, basta ricaricare la carrozzina elettrica quando è totalmente scarica e attendere la piena ricarica della batteria. Osservando queste semplici regole, non dovrebbero esserci problemi sul lungo termine e dovrebbe durare più a lungo.

Tags :
Share This :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *