Leggi anche

Legge 104, come richiedere il parcheggio disabili

Legge 104, come richiedere il parcheggio disabili

Il contrassegno per poter ottenere il parcheggio per disabili si può ottenere soltanto qualora si rispettino determinati requisiti riguardanti il grado di invalidità. Bisogna innanzitutto comprendere di che cosa di tratta nello specifico e poi capire come poter fare richiesta.

Il contrassegno del parcheggio per i disabili è un tagliando di colore blu che si installa sull’automobile e che dura fino a 5 anni. L’autorizzazione si può avere solo in determinate circostanze ma, una volta ottenuta, consente alla persona in questione di poter utilizzare specifiche aree di sosta per tutto il territorio italiano. Dal 2012 questo tagliando si può utilizzare anche in tutti i paesi dell’Unione Europea.

Legge 104 e tagliandino, lo possono richiedere tutti?

Non tutti i disabili possono ottenere questa possibilità, ma soltanto coloro che presentano dei sintomi specifici che ostacolano la guida normale. Fanno parte di questa categoria coloro che hanno difficoltà a livello della vista e coloro che soffrono di patologie legate alla deambulazione. Esistono alcune eccezioni che però possono ottenere il parcheggio per disabili soltanto per un tempo inferiore ai 5 anni canonici, e riguardano quelle persone che a causa di incidenti o patologie hanno problemi della deambulazione temporanei, oppure coloro che pur non accusando nessun tipo di disabilità non sono autonomi e non riescono a recarsi presso le strutture adeguate per curarsi.

Per richiedere il parcheggio è necessario contattare l’Ufficio di Medicina Legale dell’Azienda Sanitaria Locale del proprio Comune, così da ottenere la certificazione medica. Successivamente bisogna inviare la domanda al sindaco del Comune di riferimento, allegando la documentazione, e poi attendere l’approvazione e l’arrivo del contrassegno definitivo, ossia quello che ha una durata pari a 5 anni.

Doveroso precisare che in quest’ultimo caso non sarà necessario pagare nessuna cifra, mentre nel caso del contrassegno temporaneo legato ad un problema limitato nel tempo sarà necessario versare una quota per poter ottenere poi il contrassegno per disabili.

Claudio Palmulli

Claudio Palmulli

Mi chiamo Claudio Palmulli, ho 28 anni e da quando sono nato non ho la possibilità di camminare. Anche se sono “diversamente abile” non mi sento diverso da nessuno e ho una gran voglia di combattere affinché le barriere architettoniche, che rendono me e gli altri prigionieri, cadano.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *